principali-tools-analisi-seo
principali-tools-analisi-seo

I principali strumenti SEO

Stai cercando gli strumenti SEO utili a far crescere il tuo sito web? Per migliorare il proprio punteggio SEO e risultare più affidabili agli occhi di Google servirà lavorare su diversi fronti: dal codice HTML, alla struttura del sito, fino ai contenuti testuali e alla gestione dei link in entrata e in uscita.

 

In questo articolo abbiamo selezionato i 12 tool SEO più importanti, ma prima di svelarti quali sono, partiamo dalle basi: sai veramente che cos’è la SEO?

Che cos’è la SEO?

La Search Engine Optimization (SEO) fa parte di un gruppo più vasto di strategie digitali chiamato SEM (Search Engine Marketing) che raccoglie tutte le attività di marketing che si possono attuare sui motori di ricerca: oltre alla già citata SEO, troviamo anche la SEA (Search Engine Advertising).

 

La differenza essenziale è che la SEO è un’attività di posizionamento organico che non prevede un investimento in denaro – ma un investimento in tempo dedicato – per apparire nei motori di ricerca mentre la SEA è un’attività di digital advertising pay-per-click utile a posizionarsi in cima alla SERP.

 

Le variabili da tenere sotto controllo per migliorare la SEO sono molte, un approccio originale per descriverle è stato fatto da Search Engine Land, un’autorevole rivista americana del settore, che ha preparato una tavola periodica con i principali fattori di ranking, aggiornata costantemente in base alle modifiche all’algoritmo di Google che ti consigliamo di studiare e di tenere sempre sotto mano.

STRUMENTI FONDAMENTALI PER MIGLIORARE LA SEO

L’analisi SEO non può essere fatta senza l’utilizzo di alcuni strumenti essenziali. L’uso congiunto di alcuni di questi strumenti permette di analizzare e migliorare velocemente il proprio punteggio sui motori di ricerca, dandoti la possibilità di ottenere risultati positivi dal posizionamento.

 

Ecco i 12 strumenti SEO che riteniamo più utili, classificati in base alla loro funzione:

 

STRUMENTI SEO IMPRENSCINDIBILI

Questi tool sono considerati imprescindibili perché sono di proprietà dei principali motori di ricerca e sono stati sviluppati proprio per aiutare gli specialisti SEO a fare analisi e a migliorare il posizionamento. Per poterne usufruire bisogna però avere la proprietà di almeno un sito web.

Questo è lo strumento ufficiale di Google per effettuare le analisi SEO: grazie a Google Search Console si possono valutare diversi parametri come la copertura organica del sito, i click organici in entrata, valutare rendimento organico delle pagine e delle keyword. All’interno di questa piattaforma sarà anche possibile segnalare ai crawler di Google la struttura del nostro sito web attraverso una sitemap. 

Nonostante Bing sia un motore di ricerca meno utilizzato rispetto a Google è bene tenere sotto controllo anche questi dati. Il tool di casa Microsoft è fatto molto bene, con un interfaccia gradevole e ben impostata. Al suo interno, come nel caso di Google Seach Console, ci sono una serie di strumenti utili per l’analisi SEO, che individuano errori e restituiscono consigli per migliorare lo score.

STRUMENTI SEO PER CRAWLING E ANALISI TECNICA

Questi strumenti permettono di simulare la scansione di un sito da parte dei crawler, per poter fare analisi più approfondite e migliorare il sito web dal punto di vista tecnico tecnico (codice HTML, CSS, PHP, ecc.)

Uno strumento che restituisce una struttura ad albero del sito web molto dettagliata utile ad intervenire sugli errori tecnici principali come, ad esempio, le pagine con title troppo lungo, troppo breve o duplicato, la presenza o l’assenza degli heading, le pagine in 404, peso e alt text delle immagini e molto altro ancora. Il tool ha una una versione free che scansiona fino 500 URL.

Strumento desktop molto apprezzato dagli esperti SEO di formazione tecnica nonostante la sua interfaccia molto spartana, restituisce di una serie di URL che possono essere filtrati in base a differenti parametri e permette di scovare i principali errori o “link rotti” all’interno del tuo sito.

STRUMENTI SEO PER RICERCA DELLE PAROLE CHIAVE

La ricerca delle parole chiave è essenziale per ottenere un buon punteggio ai fini della SEO. Ti segnaliamo due strumenti perfetti per  questa attività: al loro interno troverai molti altri paramentri utili all’analisi del tuo sito e di quelli dei tuoi competitor (come la SEO audit, l’analisi delle keywords, l’analisi dei backlink)

Uno degli strumenti più usati per la ricerca di keyword, grazie alla sua interfaccia piacevole e semplice da utilizzare. Racchiude al suo interno altre funzioni come la SEO audit e l’analisi dei backlink. Ad oggi ha una versione gratuita che permette di effettuare fino a 3 ricerche al giorno e una a pagamento senza limitazioni.

SEMRush è una piattaforma di analisi molto vasta che ha al suo interno anche un tool deldicato alla ricerca keyword. Come Ubersuggest, questo tool è utile anche per le analisi dei competitor, consente infatti di analizzare le parole chiave correlate, le keyword dei competitor, le stime sui volumi di ricerca, i contenuti indicizzati, le  previsioni sulla difficoltà a posizionarsi su una singola keyowrd.

STRUMENTI SEO PER VELOCITÀ E TEMPI DI CARICAMENTO

Questi tool sono dedicati al miglioramento dei tempi per di caricamento delle pagine web, un fattore importante ai fini SEO.

Lo strumento ufficiale di Google per monitorare le performance di una pagina dal lato del caricamento. Vengono offerti, dopo l’analisi, suggerimenti per migliorarlo: è solitamente abbastanza severo nei punteggi, soprattutto dal per il mobile.

Una delle alternative valide a Google PageSpeed è GTmetrix. Anche qui, una volta inserito il link del sito, vengono suggerite eventuali correzioni da apportare.

I due strumenti che vedremo sono dedicati alla analisi e il monitoraggio dei backlink, ovvero le pagine web che citano il tuo sito e reindirizzando l’utente verso di esso.

È considerato uno dei migliori strumenti per l’analisi dei backlink: permette di ottenere dati sui domini linkati, dettaglio sui backlink specifici, anchor text utilizzati e metriche di valutazione dell’autorevolezza di un link. L’unico limite è il suo costo che può scoraggiare piccole imprese e professionisti all’inizio della propria esperienza.

Alternativa più economica rispetto alla precedente ma professionale. Ha anche una metrica molto apprezzata, la “Trusted Flow”, che valuta la bontà di un dominio.

STRUMENTI SEO PER PIANIFICAZIONE E REDAZIONE CONTENUTI

L’ultima categoria di strumenti SEO è dedicata al miglioramento dei contenuti collocati sul proprio sito.

Un tool molto amato dai content marketer permette di studiare gli intenti di ricerca degli utenti: a partire da una parola chiave questo tool risponde con una serie di tabelle circolari con tutti risultati di ricerca forniti dagli Autocomplete di Google e dalle ricerche degli utenti relativi a una parola chiave. Answer The Public è molto utile per trovare nuove idee per la pianificazione editoriale dei propri contenuti.

Lo strumento ufficiale di Google che, a partire da una certa parola o topic, ci mostra la sua popolarità di una in base ai filtri geografici che applichiamo. Lo strumento è totalmente gratuito e permette di analizzare e confrontare i principali trend a partire dalle ricerche degli utenti.

Ora che ti abbiamo elencato i principali strumenti per l’analisi SEO non ti resta che provare ad utilizzarli in maniera combinata per migliorare il SEO score del tuo sito web.

 

Speriamo che questo contenuto ti possa essere utile, se vuoi metterti in contatto con noi per scoprire altri nostri servizi puoi scriverci attraverso il nostro form contatti oppure contattarci tramite la nostra mail hello@kaleidoc.com.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Articoli correlati

Le nostre Utilities

Iscriviti alla newsletter

Follow us on